lavoro da casa

Il lavoro dopo il covid-19: le professioni più ricercate

In questo periodo di crisi, lo smart Working è diventata l’unica modalità per consentire alle aziende di continuare a far lavorare i propri dipendenti. Ma come sarà il mondo del lavoro dopo il Covid-19? Quali saranno le professioni più ricercate dopo il lockdown?

Se stai cercando nuove opportunità e ti stai facendo questa domanda, sei nel posto giusto! In questo articolo ti spiego com’è cambiato il mondo del lavoro dopo il Covi-19 e quali sono i settori che offrono opportunità di business e di digital working.

Molte aziende, infatti, non riapriranno i propri uffici prima di settembre e questo ha portato alla necessità di esplorare modalità di lavoro inedite fino a poco tempo fa.

Nei mesi scorsi, improvvisamente, le persone si sono ritrovate a fare i conti con la necessità di imparare ad utilizzare la tecnologia e gli strumenti digitali per continuare a lavorare.

Abbiamo sentito parlare di smart working, telelavoro e lavoro da casa. In realtà il fenomeno al quale abbiamo assistito è molto lontano da tutto questo. 

Le aziende, difatti, non erano preparate ad affrontare e a strutturare uno smart working vero e proprio. E si sono arrangiate con gli strumenti che avevano a disposizione.

Questo però ha fatto emergere due grosse sfide da affrontare in maniera rapida, per le imprese e per i lavoratori: la trasformazione digitale e l’alfabetizzazione digitale.

Un fenomeno molto importante che sta coinvolgendo diverse aziende, infatti, vi è la necessità di portare avanti il lavoro da casa anche alla fine dell’emergenza Covid-19.

L’azienda che ha fatto tendenza in questo senso è stata Twitter. Il social network infatti è stato il primo a dichiarare che non riaprirà i suoi uffici prima di settembre e che comunque i propri dipendenti potranno decidere se continuare a lavorare da casa a tempo indefinito.

I trend che sono emersi

Per farti capire quali saranno i lavori più richiesti dopo l’emergenza, ti parlo dei 3 trend che sono emersi in questo periodo:

1. Nei mesi scorsi, il lavoro a distanza è cresciuto del 90%

Per svolgere le loro mansioni da casa, i lavoratori hanno utilizzato varie piattaforme. Necessariamente si sono adeguati all’utilizzo di diverse tecnologie. Questo approccio al digitale ha fatto sì che molti posti di lavoro venissero salvati, ma ha evidenziato due necessità: la digitalizzazione delle imprese e l’alfabetizzazione digitale dei lavoratori.

2. I settori più penalizzati sono stati quelli legati al turismo, alla ristorazione, ai trasporti, al commercio e ai beni non essenziali.

Sono, invece, aumentati quelli legati al mondo sanitario e alla logistica. C’è stata inoltre una forte richiesta di esperti in IT, per la creazione di e-commerce e piattaforme digitali.

I giganti del Tech, quindi, hanno continuato ad assumere, così come le aziende che si occupano di vendita on-line ( Amazon, Apple, Microsoft e Netflix). 

3. Questa situazione ha portato le persone ad un punto di non ritorno. Le nostre abitudini sono inevitabilmente cambiate e continueranno ad essere influenzate dalle scoperte che abbiamo fatto in questo periodo.

Si può stare in casa a lavorare, possiamo fare formazione on-line, puoi ordinare la spesa, tramite una App stando sdraiata sul divano, e riceverla a casa. Potremo mai tornare indietro?

Formazione digitale

lavoro da casa

 

Prima ti ho parlato di alfabetizzazione digitale e trasformazione digitale, ti spiego meglio cosa sono.

Per quanto riguarda l’alfabetizzazione digitale, si tratta della capacità di utilizzare i nuovi media. L’alfabetizzazione digitale in questo periodo si è trasformata in una vera e propria esigenza per il nostro paese, in cui i lavoratori sono stati costretti a misurarsi per la prima volta con il lavoro online.

Conoscere e saper utilizzare i media permette di avere un ruolo attivo nella società e di poter proseguire le proprie attività e il proprio lavoro anche in contesti di crisi come quello che abbiamo vissuto e che, ancora, non è terminato.

Con questo voglio farti capire che avere competenze digitali sviluppate può fare la differenza!

Tu a che punto sei con la tua alfabetizzazione digitale?

Il secondo concetto a cui accennavo è la trasformazione digitale. Per trasformazione digitale si intende un cambiamento radicale che avviene all’interno delle imprese.

Coinvolge tutto ciò che riguarda l’impresa, dai fornitori ai dipendenti, per arrivare ai clienti. Serve per migliorare le operazioni che si svolgono all’interno dell’azienda. La sua peculiarità è che sfrutta appieno le tecnologie digitali.

In base a queste tendenze, cosa succederà nel futuro?

Le professioni più ricercate dopo il covid-19

Ora veniamo al succo del discorso: cosa succederà nel mondo del lavoro digitale dopo il covid-19?

Nel digitale, le professioni più ricercate saranno quelle in cui è necessaria una preparazione nell’analisi e nell’interpretazione dei dati dei progetti digitali.

Per ora si prevede una richiesta maggiore di data specialist, digital marketing e SEO expert, e-commerce specialist, esperti di comunicazione, IT developer. 

Oltre a queste tendenze analizziamo, settore per settore, i lavori nel digitale che potrebbero emergere nei prossimi mesi.

Nel food potrebbe farsi largo la possibilità di organizzare corsi di cucina on-line. In molti infatti, tenderanno a frequentare meno i ristoranti e i corsi dal vivo. 

Quindi se ti piace cucinare e hai un’attitudine particolare per questo settore, prendi in considerazione il fatto di creare un tuo canale e cominciare a produrre contenuti. Se non te la senti di avviare un’attività, potresti specializzarti nel settore Food e offrire le tue competenze per la gestione dei social media e lo sviluppo di siti che parlano di cucina.

Uno dei settori più in fermento in questo periodo è quello dell’istruzione.

Nei mesi scorsi, in molti hanno seguito seminari a distanza, webinar, video lezioni on-line.

Non l’hai fatto anche tu?

Il settore è in forte espansione e, una volta provati i corsi online, sarà difficile per le persone tornare indietro

Anche il settore Medtech è in pieno sviluppo. Sport e intrattenimento hanno trovato nuove forme di espressione.

Per molte persone inoltre, in questo momento, è cresciuto l’interesse per il benessere personale e gli stili di vita sani.

Se sei una sportiva o ti appassionano le tematiche legate al wellness, potresti approfondire le tue conoscenze e buttarti in questo settore.

Un settore interessante e che vedrà una forte espansione dopo il covid-19 è il network marketing. Ne hai mai sentito parlare? 

Si tratta di un sistema di vendita di prodotti o servizi, in cui, inizialmente, si parte come venditori. In un secondo momento, con buone capacità e attitudine all’attività imprenditoriale, si possono reclutare altri venditori. In questo modo inizi a creare una rete in cui guadagni sugli affari delle persone che gestisci.

Se hai capacità imprenditoriali, voglia di lavorare in team e riesci a gestire i tuoi contatti anche da remoto, potrebbe essere il lavoro dopo il covid 19 più giusto per te.

Conclusioni

Cosa ti aspetti dal futuro? Quale settore ti interessa? Come vorresti reinventarti?

Se questo articolo ti è piaciuto e ti ha fornito spunti e idee per proporti nel mondo digitale, continua a seguirmi! Sarà un piacere per me aiutarti a trovare la tua strada alla ricerca di un lavoro dopo il covid. Clicca QUI e scopri l’opportunità che ho riservato per te. 

Un abbraccio, 

Jessica

Ultimi articoli dal Blog

Chi sono

Ciao, mi chiamo Jessica e sono una Ragazza Digitale dal 2016.

Ho iniziato come tutte, con un lavoro ordinario (ben 11 anni in un corriere espresso!), per poi passare gradualmente al lavoro online.

Quando ho iniziato a dedicarmi esclusivamente all’online la mia crescita è stata continua e ora mi dedico ad aiutare altre ragazze a fare questo passo.

Attualmente gestisco più di 500 Ragazze Digitali in tutta Italia.

Ragazze Digitali è un progetto di Jessica Boni – ©2020 Tutti i diritti sono riservati