diventare-social-media-manager

Come diventare un social media manager

Ogni giorno si connettono ad Internet quasi 4,54 miliardi di persone. La maggior parte di esse accede regolarmente ai social network, sui quali trascorre una media di 2,24 ore. Questa tendenza aumenta di anno in anno, con un trend in cui gli accessi da mobile la fanno da padrone. Cifre del genere ti fanno capire che uno dei lavori più appetibili nel mondo digitale è quello del social media manager. Ma come si fa a diventare un social media manager? Quali sono i compiti di un smm? Quali competenze deve avere un social media manager?

Le aziende non possono rinunciare ad essere presenti sui social per creare un rapporto con i propri clienti. Per questo si è resa necessaria una figura che potesse gestire la presenza sui social in modo professionale, intercettare nuovi clienti e fidelizzare quelli già acquisiti.

Alcune realtà hanno costruito un vero e proprio reparto di comunicazione interno all’azienda, mentre altre preferiscono rivolgersi a professionisti esterni a cui affidare la gestione dei social.

Se sei appassionata, curiosa, ami seguire le tendenze e, soprattutto, conosci le feature che offre ogni singolo social network, questo lavoro fa per te! Ma ricordati, lavorare online e costruire un’entrata nel mondo digitale, richiede anche disciplina e preparazione. 

Vediamo nel dettaglio di cosa si occupa e come puoi diventare un social media manager.

Cosa fa un social media manager

Il social media manager è una delle figura che si sta affermando con forza all’interno delle aziende. Chi si occupa di comunicazione e ama seguire gli sviluppi del mercato sa bene che per fare questo lavoro è necessario avere competenze varie e approfondite. 

Per molti, però, ancora non è chiaro di cosa si occupi una persona che cura i social o quale sia la sua importanza all’interno della struttura aziendale.

Le persone tendono a pensare che occuparsi dei social sia una mansione da smanettoni, che può essere svolta da chiunque ami trascorrere il proprio tempo sui social network.

La realtà è molto diversa.

Il social media manager ha diversi compiti che esulano dalla semplice pubblicazione di un post una tantum su Facebook.

Gestire gli account social di un brand, difatti, significa fare molto di più:

  • gestire e moderare la community;
  • analizzare i dati dei profili e delle pagine di cui ci si occupa;
  • monitorare le conversazioni che coinvolgono il brand;
  • creare e redigere piani editoriali coerenti per tutti i social, in linea con il piano di comunicazione aziendale;
  • creare campagne a pagamento.

Questi potrebbero sembrare compiti facili, ma, in realtà, considera che occuparsi in modo approfondito di queste mansioni è piuttosto complesso.

Tra l’altro, il mondo dei social network sta diventando sempre più articolato e ogni social media manager deve avere competenze specifiche su almeno due o tre social.

Se fino a qualche anno fa, quindi, si parlava solo di Facebook e Twitter, oggi bisogna conoscere al meglio anche Instagram, YouTube, Linkedin e TikTok, oltre ad altri social da non sottovalutare, come Pinterest, Google Business e Snapchat.

Ti sembra ancora semplice?

diventare-social-media-manager-lavora-da-casa

Quali sono le skill che deve avere un smm

La prima caratteristica che devi avere per diventare un social media manager è la curiosità. Infatti per cogliere le opportunità che ti si presentano ogni giorno e attirare l’attenzione dei tuoi clienti, devi essere in grado di usare le notizie d’attualità, capire cosa cercano gli utenti, intercettare i loro bisogni e le loro esigenze.

Difatti, un social media manager non deve mai perdere d’occhio quello che gli accade intorno, cercando di distinguere cosa avrà successo e cosa meno in un piano editoriale.

Per quanto riguarda le competenze, per diventare un social media manager non occorre possedere una laurea o aver fatto un percorso di studi specifico. Un plus è costituito da studi in economia, marketing e comunicazione, ma quello che conta di più è la pratica.

Le skill più importanti che deve possedere un aspirante smm sono:

  • saper gestire almeno due piattaforme con estrema competenza;
  • conoscere i social e i loro linguaggi specifici;
  • saper scrivere in modo corretto;
  • essere veloce nelle risposte e saper cogliere gli input;
  • saper reagire con calma di fronte alle crisi;
  • riuscire a gestire una community, mantenendo la tranquillità e rispondendo in modo corretto e imparziale alle persone;
  • avere competenze, almeno di base, sulla SEO;
  • conoscere i tool per creare grafiche semplici (tipo Canva) o montare piccoli filmati.

Considera che se vuoi approfondire le tue conoscenze, esistono moltissimi corsi per diventare social media manager. Attraverso questi percorsi strutturati, puoi focalizzarti sulla comunicazione in generale, sull’utilizzo e la gestione dei singoli social network, sulla creazione delle campagne social o sui tool più utili.

Diventare un social media manager significa anche essere sempre aggiornato sulle tendenze e continuare ad imparare in modo costante.

Se il tuo interesse principale è la scrittura, scopri l’esperienza di Nina Virtuoso, nomade digitale e copywriter. 

corsi-per-diventare-social-media-manager

Quanto guadagna un social media manager

Se ti stai chiedendo se puoi lavorare da casa come social media manager e avere uno stipendio decente, la risposta è sì!

In Italia, un smm può arrivare a guadagnare circa 12.000 euro l’anno, a seconda che scelga di lavorare da freelance o in un’agenzia.

In genere, il guadagno è in base all’esperienza, al numero di clienti che si riescono a gestire e alla loro tipologia.

Per iniziare a lavorare come social media manager, puoi ricoprire un ruolo Junior ma, nel tempo e dopo aver acquisito esperienza, puoi cominciare a costruire la tua base di clienti e aumentare le tue entrate. In questo modo potrai anche raggiungere un salario di circa 30.000 annui. 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

Un abbraccio,

Jessica 

 

Ultimi articoli dal Blog


CHIEDI INFORMAZIONI ED

ENTRA NEL TEAM

Chi sono

Ciao, mi chiamo Jessica e sono una Ragazza Digitale dal 2016.

Ho iniziato come tutte, con un lavoro ordinario (ben 11 anni in un corriere espresso!), per poi passare gradualmente al lavoro online.

Quando ho iniziato a dedicarmi esclusivamente all’online la mia crescita è stata continua e ora mi dedico ad aiutare altre ragazze a fare questo passo.

Attualmente gestisco più di 500 Ragazze Digitali in tutta Italia.

Ragazze Digitali è un progetto di Jessica Boni – ©2020 Tutti i diritti sono riservati